Visto per il Giappone: Tipi e Durata

Spesso ci chiedono quale visto per il Giappone fare e dato che c’è un po’ di confusione a riguardo, abbiamo deciso di fare un po’ di luce sull’argomento.

I 5 Principali Tipi di Visto per il Giappone

Qui di seguito trovi i 5 principali tipi di visto, le loro caratteristiche e i Paesi che possono richiederli.

1. VISTO TURISTICO

Per soggiorni a scopi turistici, è previsto un visto fino a 90 giorni, in questo caso i visitatori stranieri devono disporre di un passaporto in corso di validità prima di recarsi in Giappone.

Per l’ingresso in Giappone è prevista una procedura che tutti i visitatori devono seguire. Verranno prese le impronte digitali e scattata una fotografia del volto. Infine l’ufficiale dell’ufficio immigrazione farà una breve intervista alla fine della quale verrà restituito il passaporto con il timbro di ingresso.

2. VISTO VACANZA-LAVORO (Working holiday visa)

Creato per promuovere gli scambi culturali e per chi vuole vivere a pieno quest’esperienza nella società giapponese, è un visto che può essere rilasciato a coloro che abbiano tra i 18 e i 30 anni per vivere e lavorare part-time in Giappone.

Può essere richiesto dai cittadini dei seguenti Paesi: Australia, U.K., Canada, Francia, Irlanda, Germania e Nuova Zelanda. Per poter ottenere questo tipo di visto è necessario dimostrare di avere mezzi di sostentamento sufficienti al periodo di permanenza. La procedura prevede l’invio di CV e dei documenti necessari. Questo tipo di visto consente un unico ingresso in Giappone, se durante il periodo del visto si viaggia fuori dal fuori dal territorio giapponese potrebbe essere vietato il rientro.

3. VISTO STUDENTI

Questo tipo di visto è necessario per chi va a vivere in Giappone per studiare e intende frequentare un corso per un periodo superiore ai 90 giorni. Inoltre per svolgere un’attività lavorativa part-time è necessario farne preventiva richiesta , in questo modo una volta ricevuta la Resident card (zairyuu cado) ne verrà accordato il permesso per un massimo di 28 ore settimanali.

4. VISTO ATTIVITÀ CULTURALI

Concesso a stranieri che svolgono attività di studio e ricerca in ambito accademico e culturale non coperta dal visto per studenti. Ad esempio chi svolge attività sportive come corsi di arti marziali può ottenerlo. Consente di rimanere in Giappone per un periodo superiore ai 90 giorni e fino a 1 anno. Per ottenere questo visto è necessario essere in possesso della documentazione richiesta.

5. VISTO VOLONTARI

Paese eleggibile Gran Bretagna. A partire dal 2003 tramite un accordo bilaterale tra Giappone e U.K. i cittadini inglesi possono svolgere attività di volontariato fino a un anno. Tale attività è da considerarsi valida per organizzazioni di volontariato regolarmente registrate (es. Croce Rossa), potrebbero inoltre non ricevere alcuna retribuzione. I richiedenti possono rivolgersi presso le ambasciate giapponesi a Londra o Edimburgo.

Scopri subito come andare a studiare in Giappone

Scrivici