L’attuale situazione in Giappone riguardo al COVID-19

Qual’è l’attuale situazione in Giappone riguardo al COVID-19 e
come le scuole di lingua stanno affrontando il periodo.

Facciamo il punto.

Pochi giorni fa il Comitato Olimpico ha stabilito che i Giochi di Tokyo 2020 si svolgeranno a porte chiuse per i turisti provenienti dall’estero, ciò significa che i confini resteranno probabilmente chiusi fino alla conclusione delle Olimpiadi.

Il Giappone come tutti i Paesi del mondo stanno tentando di arginare il più possibile la diffusione del coronavirus.

Il governo giapponese non ha mai decretato un vero e proprio lockdown e ci si è sempre affidati al buonsenso del popolo giapponese a cui è stata sempre e solo consigliata una via di comportamento da seguire senza l’istituzione di vere e proprie regole. Le uniche attualmente in vigore riguardano di indossare anche in esterno la mascherina e la chiusura dei locali dopo le 21.00.
Le informazioni che ci arrivano sul numero dei contagi giornalieri si attestano attorno ai 400 casi nella capitale e circa 600 (stando alle ultime dichiarazioni) nell’area di Osaka. Le vaccinazioni in loco sono inoltre iniziate a Marzo e questo ci fa ben sperare sulle riaperture che speriamo si avvicinino sempre più.
Ovviamente la situazione ha spinto molte scuole di lingua a tirare fuori nuove idee e rivedere la proposta formativa che è stata subito adeguata ai tempi. Moltissime scuole e istituti di lingua giapponese hanno dato vita così a corsi online.
È vero che i corsi online hanno il limite di non essere un’esperienza completa di ciò che significa vivere in Giappone, ma hanno anche molti aspetti positivi. Primo fra tutti l’idea di permettere a tutti, a prescindere dal Paese in cui si trovano, di poter frequentare il corso online con un notevole risparmio dei costi e soprattutto impiegando questo periodo di attesa nel migliore dei modi, in previsione anche di una successiva partenza.

Al momento sono infatti sospese tutte le richieste e i rilasci dei visti, e iscriversi a un corso di questo tipo è un’ottima alternativa.